Contattaci
 
 
Pasini Laboratorio Chimico S.n.c.
del Dr. Giovanni Pasini & C.
 
InfoSicurezza


Il "Crystal ball" è sempre stato conforme alle Normative di sicurezza e quindi porta i marchi ; abbiamo ridotto l’odore ed introdotto una profumazione.
Nel volgere degli anni abbiamo ottenuto le certificazioni di sicurezza in moltissimi Paesi, senza problemi; la produzione prosegue con la nostra piena competenza scientifica e tecnica, mantenendo la tradizione, nostra ed originale, che dura ormai da ben oltre mezzo secolo.

Sul foglio di istruzioni, che forniamo con il prodotto, stampiamo
da sempre anche la nostra:

DICHIARAZIONE sulla COMPOSIZIONE CHIMICA
e sulla SICUREZZA del “Crystal ball”.

Il “Crystal ball” è una pasta costituita esclusivamente da sostanze chimiche non tossiche; in particolare:
- le sostanze volatili (29% del peso complessivo della pasta), sono componenti di varie essenze naturali, o sostanze d’uso comune in cosmetica (nelle lacche per unghie).
Esse si disperdono rapidamente nell’atmosfera durante il soffiaggio; nessuna di esse è classificata tra le “tossiche” nella legislazione CEE recepita nei Paesi membri; la composizione esclude il benzene e tutti i composti “aromatici” benzenoidi; (ad esempio non si utilizza alcun estere ftalico);

- la pellicola (che forma la bolla dopo l’evaporazione delle sostanze volatili) è formata da componenti permessi dalle Norme CEE sulla sicurezza dei giocattoli, parte chimica; essi sono impiegabili senza limitazioni per gli imballaggi e recipienti per alimenti secondo la Legislazione Italiana
(D.M. 21.3.1973, Allegato II, e successivi aggiornamenti - attuazione delle Norme CEE);

- i pigmenti coloranti rientrano fra quelli ammessi senza restrizioni dalle disposizioni sopra citate per gli imballaggi alimentari, sono tutti autorizzati per l’impiego in cosmetica, e sono privi di metalli pesanti.

Nessuna parte del prodotto è realizzata in PVC: il cannello di soffiaggio, stampato in materiale atossico, è munito di valvola contro il riflusso dei componenti volatili della pasta durante il soffiaggio.

La pasta “Crystal ball” è confezionata in tubetti di Alluminio, trattati esternamente ed internamente con vernici atossiche prive di metalli pesanti; la vernice interna è epossidica, di tipo autorizzato per i medicinali.

La pasta non può dare luogo a nessuna reazione chimica pericolosa; in normali condizioni ambientali si conserva inalterata per anni.

Il “Crystal ball” è stato sottoposto a sperimentazioni da parte dell’Istituto di Farmacologia Applicata dell’Università degli Studi di Milano.
La pasta è risultata innocua, non irritante e ben tollerata, sia a livello cutaneo che sulle mucose.

L’Istituto Italiano Sicurezza dei Giocattoli ha sottoposto la pasta
Crystal ball” alla prova di infiammabilità prevista dall’Allegato A 10 del D.M. 3/12/1985, (recepimento della Direttiva CEE n° 84/449 sull’etichettatura delle sostanze chimiche), riscontrando che essa può bruciare solo se viene investita direttamente dal fuoco e presenta una bassa velocità di combustione.
Perciò la pasta non è classificata come facilmente infiammabile e non deve essere applicato il simbolo di infiammabilità, (F = fiamma), sul tubetto che la contiene, nemmeno se il suo volume supera i 15 ml; quindi non rientra nel punto 4 delle Norme EN 71-2.

La pellicola che forma la bolla, a soffiaggio ultimato, non produce assolutamente alcun “effetto lampo” ed il fuoco non la attacca, se non con estrema difficoltà.
Alla pasta “Crystal ball” non è quindi applicabile il punto 2 dell’Allegato al D.M. 29/7/1994 del Ministero della Sanità (attuazione della Direttiva CEE sulla proibizione di impiegare preparati liquidi pericolosi nei giocattoli).
Il Laboratoire National d’Essais di Parigi, (Ente dello Stato Francese), ha condotto estese prove sull’intero prodotto, certificandone la conformità alle Norme CEE sulla Sicurezza dei giocattoli. Lo stesso L.N.E. ha confermato l’assenza di sostanze tossiche nel “Crystal ball”, secondo le Direttive CEE 67/548 ed 88/379.

L’Istituto Italiano Sicurezza dei Giocattoli ha rilasciato, in data 6/12/2002 l’attestato CE di tipo (vedere il documento qui sotto), certificando la rispondenza del prodotto alle Norme CEE (EN 71-1:1998, EN 71-2:1993, EN 71- 3:1994 ed altre Direttive comunitarie e disposizioni legislative applicabili, recepite in Italia.
In conseguenza di tutto quanto sopra, il “Crystal ball” porta con pieno diritto il marchio europeo di sicurezza.

NOTA IMPORTANTE SULLA FASCIA DI ETA’
E SULLE AVVERTENZE D’USO


Come scriviamo nel capitolo “Un po’ di storia....” nella pagina “Azienda”, la nostra idea originale risale al 1947, con il nome “LE BOLLE FATATE”.
Dopo questa versione iniziale, che ebbe una diffusione limitata, abbiamo ripreso la produzione con il marchio registrato “
Crystal ball” nell’Aprile del 1968.
Da allora, abbiamo perso il conto delle quantità di prodotto che sono state distribuite nel corso degli anni, ma si tratta di molti milioni di pezzi.
Altrettanti bambini ci hanno giocato, in tutta sicurezza e continuano a disporre di un gioco che è stato pensato e viene prodotto, prima di tutto con la sicurezza come criterio fondamentale di tutta l’attività.
Le nostre istruzioni d’uso sono molto dettagliate, con chiari disegni e testi semplici ma efficaci. Altri prodotti concorrenti si limitano invece a pochi disegni e scarso testo descrittivo.
Nelle istruzioni riportiamo da sempre anche la nostra dichiarazione sulla composizione chimica e sulla sicurezza, che potete leggere qui sopra: si tratta di un testo pensato per fornire la migliore informazione tecnica e per dare maggiore tranquillità all’utente.
Le analisi e le prove tossicologiche alle quali abbiamo sottoposto il prodotto e che citiamo nella dichiarazione, sono state frutto di nostra iniziativa: non esiste alcuna normativa che le imponga.
Si è trattato di una nostra scelta, del tutto autonoma ed in linea con i nostri criteri di sicurezza ed affidabilità.
Le analisi e le prove hanno dato i riscontri perfettamente positivi che ci aspettavamo: non avevamo dubbi sui risultati che ne sarebbero scaturiti, perché abbiamo scelto gli ingredienti più sicuri e stabilito la formulazione con consapevolezza scientifica.
Da molti anni sono state introdotte delle Norme sulla sicurezza dei giocattoli, che il “Crystal ball” ha sempre rispettato; spesso addirittura le ha prevenute.
Abbiamo sempre indicato, come fascia d’età consigliata, dai 5 anni in su, perché riteniamo che un bambino di quell’età sia perfettamente in grado di eseguire il gioco senza problemi e senza rischi.
A parte l’ovvio divieto per i bambini da 0 a 3 anni, necessario anche per tanti altri tipi di giocattoli, osserviamo che anche un bambino piccolo può giocare con le bolle preparate da un adulto, più o meno come giocherebbe con un palloncino di gomma.
Con l’attestato CE di tipo, ci è stato richiesto di indicare una fascia d’età più ristretta, dagli 8 anni in su, e ci siamo adeguati.
Osserviamo che altri prodotti similari ignorano questa prescrizione, che
sarebbe obbligatoria e necessaria per tutti, e continuano con il criterio,
che anche noi riterremmo del tutto logico, di consigliare l’uso
dai 5 anni in su.
Uniformandoci alle prescrizioni dell’attestato CE di tipo, abbiamo introdotto anche delle avvertenze, con i titoli “AVVERTIMENTO!” e “ATTENZIONE!” per le quali si richiede un carattere grafico alto almeno 7 mm.
Avvertenze equivalenti si dovrebbero trovare anche sugli altri prodotti similari, invece questo non succede: se queste prescrizioni sono richieste per il “Crystal ball”, sono obbligatorie e necessarie per tutti. Le trovate solo sul nostro prodotto, semplicemente perché noi siamo più scrupolosi e corretti, mettendo la sicurezza davanti a tutto, anche se questo
apparentemente va a discapito dell’immagine del nostro “Crystal ball”.